Dispositivi anti-abbandono: multe solo dopo il 6 marzo 2020

Sanzioni rinviate e fondo per i bonus ampliato per i dispositivi anti-abbandono

Finalmente ci sono novità in merito ai dispositivi anti-abbandono, dopo la corsa all'acquisto nei giorni successivi al 7 novembre quando è entrata in vigore la legge. Come sappiamo, c'è stata molta confusione in merito a questa normativa e i genitori di bambini sotto i 4 anni si sono affannati alla ricerca di questi dispositivi, spesso non trovandoli nei negozi, per la paura di multe. Voci di corridoio dicono che sono state fatte multe anche in Versilia ma non si hanno notizie certe, forse è stata solo la paura a far diffondere la notizia con la regola del passaparola.

Di fatto, finalmente, l'emendamento al decreto Fiscale collegato alla manovra di Bilancio 2020, approvato dalla commissione Finanze della Camera in sede di conversione in legge del provvedimento, ha dichiarato che nonostante la legge sia in vigore, le eventuali sanzioni sono rinviate al 6 marzo 2020 in modo da dare tempo alle famiglie di acquistare i dispositivi.

Allo stesso tempo, il Governo ha anche ritoccato il fondo a disposizione per l’acquisto di seggiolini anti abbandono. In precedenza, infatti, era previsto un fondo da 1 milione di euro, cifra sufficiente per l’acquisto di appena 33 mila dispositivi di sicurezza (il bonus seggiolini anti abbandono dovrebbe essere di 30 euro per ogni acquisto). Con gli emendamenti al Collegato fiscale 2020 approvato dalla Commissione Finanze della Camera dei Deputati, il fondo è stato quintuplicato: ci sono ora a disposizione 5 milioni di euro, che verranno erogati sotto forma di credito d’imposta a chiunque abbia acquistato (anche nei mesi precedenti) un dispositivo anti abbandono.

Quando le multe saranno attive, gli automobilisti con figli a bordo minori di 4 anni sprovvisti di dispositivo anti-abbandono potranno incorrere in sanzioni da 81 euro a 361 euro con la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida. Nel caso in cui l’infrazione fosse stata ripetuta nei due anni successivi, si rischia la sospensione della patente da 2 settimane a 2 mesi.

Niente paura quindi, attendiamo che i negozi si riforniscano di dispositivi, magari prenotandolo prima, e poi speriamo di poter usufruire del bonus.